Test diagnostici e di conferma

La malattia di Pompe è una malattia rara con segni e sintomi che assomigliano a quelli di molte altre patologie.

Ciò significa che la malattia di Pompe tende a essere ignorata, almeno all'inizio, fino all'esclusione di malattie più comuni. Ciò porta a ritardi della diagnosi pericolosi e a volte fatali. Nei neonati, una diagnosi precoce è di particolare importanza perché, senza trattamento, la morte tipicamente avviene entro il primo anno di vita. Un'analisi retrospettiva di neonati con malattia di Pompe ha evidenziato una differenza di 2,7 mesi fra l'età mediana all'esordio dei sintomi e la diagnosi. Kishnani PS, Hwu W-L, Mandel H, Nicolino M, Yong F, Corzo D. A retrospective, multinational, multicenter study on the natural history of infantile-onset Pompe disease. J Pediatr 2006; 148:671-676.

Una recente analisi dei dati del registro Pompe ha evidenziato ritardi della diagnosi in neonati, bambini e adolescenti/adulti. Nei neonati con esordio dei sintomi durante i primi 12 mesi di vita, che manifestavano cardiomiopatia (malattia di Pompe infantile classica), il ritardo mediano della diagnosi è stato di 1,4 mesi. Nei pazienti con esordio dopo i 12 anni di età, il ritardo mediano della diagnosi è stato di 6,0 anni. Il ritardo più lungo della diagnosi è stato un ritardo mediano di 12,6 anni, evidenziato nei pazienti con esordio dei sintomi durante i primi 12 mesi di vita senza cardiomiopatia o con esordio dei sintomi fra 12 mesi e 12 anni di età. Kishnani PS, Amartino HM, Lindberg C, Miller TM, Wilson A, Keutzer J; Pompe Registry Boards of Advisors. Timing of diagnosis of patients with Pompe disease: data from the Pompe registry. Am J Med Genet A. 2013;161A(10):2431-43.

Pertanto, per poter ottimizzare gli esiti dei pazienti, è necessaria una diagnosi precoce in tutto la spettro della malattia di Pompe.

Ritardo diagnostico in neonati, bambini e adolescenti/adulti con malattia di Pompe Kishnani PS, Amartino HM, Lindberg C, Miller TM, Wilson A, Keutzer J; Pompe Registry Boards of Advisors. Timing of diagnosis of patients with Pompe disease: data from the Pompe registry. Am J Med Genet A. 2013;161A(10):2431-43.

Ritardo diagnostico in neonati, bambini e adolescenti/adulti affetti da malattia di Pompe

 

Ritardo diagnostico in neonati, bambini e adolescenti/adulti affetti da malattia di Pompe_2 Adattato da Kishnani et al, 2013 Kishnani PS, Amartino HM, Lindberg C, Miller TM, Wilson A, Keutzer J; Pompe Registry Boards of Advisors. Timing of diagnosis of patients with Pompe disease: data from the Pompe registry. Am J Med Genet A. 2013;161A(10):2431-43.

Percorso diagnostico

Anche se i percorsi clinici per la diagnosi della malattia di Pompe sono variabili, il processo in genere include:

  • Valutazione clinica dei sintomi manifestati da parte di un medico generico
  • Invio ad uno specialista per ulteriori indagini cliniche, inclusi ulteriori test di laboratorio e clinici
  • Test di conferma

Diagnosi definitiva

La malattia di Pompe viene confermata in caso di assenza completa o marcata riduzione dell'attività della alfa-glucosidasi acida (GAA). Zhang H, Kallwass H, Young SP, et al. Comparison of maltose and acarbose as inhibitors of maltase-glucoamylase activity in assaying acid alpha-glucosidase activity in dried blood spots for the diagnosis of infantile Pompe disease. Genet med 2006; 8:302-306. -- Winchester B, Bali D, Bodamer OA, et al for The Pompe Disease Diagnostic Working Group. Methods for a prompt and reliable laboratory diagnosis of Pompe disease: report from an international consensus meeting. Mol Genet Metab. 2008;93(3):275-281.  Nei pazienti con malattia di Pompe può essere presente un'attività residua che può variare da meno dell'1% (in genere nei neonati) al 30% dei livelli normali medi. Van der Ploeg AT, Reuser AJ. Pompe's disease. Lancet. 2008;372(9646):1342-53.  La malattia di Pompe può essere anche confermata mediante analisi delle mutazioni per la verifica della presenza di due alleli mutati (vedi paragrafo Genetica).

In passato, il test enzimatico GAA veniva eseguito usando culture di fibroblasti cutanei. Zhang H, Kallwass H, Young SP, et al. Comparison of maltose and acarbose as inhibitors of maltase-glucoamylase activity in assaying acid alpha-glucosidase activity in dried blood spots for the diagnosis of infantile Pompe disease. Genet med 2006; 8:302-306. Winchester B, Bali D, Bodamer OA, et al for The Pompe Disease Diagnostic Working Group. Methods for a prompt and reliable laboratory diagnosis of Pompe disease: report from an international consensus meeting. Mol Genet Metab. 2008;93(3):275-281.  Tuttavia, la raccolta dei campioni è relativamente invasiva e ci vogliono circa 6 settimane per ottenere i risultati. Questa lunga attesa è chiaramente indesiderabile, soprattutto nei neonati con malattia rapidamente progressiva. L'uso di campioni ematici, inclusi campioni di sangue essiccato, sta diventando quindi la pratica standard. Il prelievo di sangue per il test della malattia di Pompe è poco invasivo, preciso e in genere fornisce i risultati entro pochi giorni. Zhang H, Kallwass H, Young SP, et al. Comparison of maltose and acarbose as inhibitors of maltase-glucoamylase activity in assaying acid alpha-glucosidase activity in dried blood spots for the diagnosis of infantile Pompe disease. Genet med 2006; 8:302-306. -- Winchester B, Bali D, Bodamer OA, et al for The Pompe Disease Diagnostic Working Group. Methods for a prompt and reliable laboratory diagnosis of Pompe disease: report from an international consensus meeting. Mol Genet Metab. 2008;93(3):275-281.  Se viene evidenziata una riduzione dell'attività dell'enzima GAA, è necessaria una conferma mediante un secondo campione e/o sequenziamento del gene della GAA. American Association of Neuromuscular & Electrodiagnostic Medicine (AANEM). Diagnostic criteria for late-onset (childhood and adult) Pompe disease. Muscle Nerve. 2009;40:149-60.

Anche se le biopsie muscolari costituiscono un'opzione per il test dell'attività GAA, in genere non costituiscono un metodo preferenziale. Ciò a causa dell'invasività e dell'alto rischio di risultati falsi positivi a causa di un trattamento non idoneo del campione. Le
biopsie muscolari possono essere utili per la valutazione istologica, ma è importante notare che il contenuto di glicogeno può variare ampiamente nei diversi muscoli; per questo motivo una biopsia apparentemente normale non esclude completamente la malattia di Pompe. Winchester B, Bali D, Bodamer OA, et al for The Pompe Disease Diagnostic Working Group. Methods for a prompt and reliable laboratory diagnosis of Pompe disease: report from an international consensus meeting. Mol Genet Metab. 2008;93(3):275-281. Pertanto, la diagnosi della malattia deve sempre essere confermata dall'assenza o riduzione dell'attività GAA o mediante analisi genetica.

<< Torna all'Homepage - Malattia di Pompe

 

Ti potrebbe interessare anche:

 

Cerchi maggiori informazioni sulla malattia di Pompe?